La Struttura

RSA DONATELLO è una struttura residenziale accreditata e convenzionata con il servizio sanitario regionale, che fornisce servizi socio-assistenziali dedicati alla Terza Età e alle persone diversamente abili, mirati al recupero e al mantenimento del benessere psico-fisico dell'Ospite.
La Residenza è stata pensata e creata da una equipe di professionisti, realizzando un ambiente alberghiero confortevole , con lo specifico obiettivo di garantire prestazioni di elevata specializzazione socio assistenziale , e nel contempo, soddisfare il bisogno psicologico di appartenenza, di sicurezza e di protezione dell’ Ospite. Situata nel cuore dei più affascinati panorami della valle Caudina ai piedi del Taburno, a circa 2km da Montesarchio e 20 km da Benevento, nasce nel piccolo e ridente paese di Bonea la prima struttura sociosanitaria assistenziale RSA Donatello.
L’autenticità dei luoghi in cui la struttura è ubicata, garantisce ai propri ospiti i benefici di vivere in armonia con la natura, godendo del privilegio di immergersi nei suoi colori e nei suoi profumi.
Articolata su tre livelli, la residenza dispone di 40 camere di degenza singole e doppie, arredate in modo da garantire una facile agibilità ed un elevato confort alberghiero agli ospiti e visitatori.
La R.S.A. Donatello è stata progettata secondo le normative Nazionali e Regionali, e seguendo le norme di sicurezza previste dal D.LGS.81/08. 5


Tipologie di utenza

I nostri servizi, sono rivolti ad anziani autosufficienti, anziani non autosufficienti e ad adulti inabili, in particolare la Residenza offre:

  • Ospitalità definitiva per anziani o adulti in situazioni di non autosufficienza stabilizzata;
  • Ospitalità per soggetti con compromissione motoria e/o cognitiva medio - grave;
  • Ospitalità temporanea e ricoveri temporanei di urgenza.

Attraverso cure sanitarie e attività assistenziali, riabilitative e di animazione, operatori qualificati operano per mantenere e rafforzare le capacità funzionali, cognitive, affettive e relazionali degli ospiti. I nostri operatori si concepiscono come collaboratori della famiglia, dando continuità al rapporto dell’ospite con essa in un’ottica di sussidiarietà e di corresponsabilizzazione, che tende a coinvolgere anche le istituzioni pubbliche, gli altri soggetti sociali e la comunità locale.